Sabbia  bionda. Acqua  azzurro-turchese. L’onda sulle spiagge, da secoli ormai come un sussurro ad un mondo di favole che forma spiagge dorate e alla fine di ogni inverno sembra che non siano  mai state calpestate.  Poi, che in un isola così piccola ci siano così tante spiagge appare come un fenomeno che la natura sembra offrire come una benedizione per chi la visita…. e sarebbe un peccato non venire a conoscerle tutte. Ma il peccato più grande forse sarebbe quello di non lasciarle come le hai trovate….

Se non lo sai o nessuno te l’ abbia detto, non ti potresti immaginare di trovare  in questo  minuscolo posto innumerevoli e graziose spiagge. Piccole o grandi che siano, con sabbia o ciottoli, ben nascoste tutte da scoprire, oppure altre facilmente raggiungibili e aperte di fronte a te, le spiagge seducenti di Donussa con il loro fascino, ti faranno vivere una vacanza veramente indimenticabile.
La spiaggia di  Stavros è la prima che incontri appena arrivi sull’ isola; la quale, con le sue acque cristalline ti invita ad un irresistibile tuffo di benvenuto. Facile da raggiungere perché si trova a cinque minuti di strada da qualsiasi punto si trovi il tuo alloggio.

La spiaggia di Kedros dista appena venti minuti a piedi da Stavros e seguendo la salita che comincia da Pera Panta, troverai il sentiero che ti porterà al mare. Nel fondale, come corpo senza anima, le vestigia di una nave naufragata nella 2a Guerra Mondiale, resti tuttora facilmente distinguibili. Qui il posto è veramente magico. Due colline abbracciano la spiaggia dandoti una sensazione di protezione. A pochi passi dal mare, oltrepassata la sabbia, nel mezzo del niente, si trova “O Kedros” dove, dalla mattina fino alla tarda sera vengono offerti: la colazione, il caffè, il pranzo, piatti tipici locali e bevande. Accanto a Kedros troverai ancora due piccole spiagge.

A Vathi Limenari, appena sotto il mulino diroccato, potrai imbarcarti con la barca che parte ogni mattina dal porto di Stavros ti conduce sulle varie spiagge, tornando poi nel pomeriggio per ricondurti. Avendo l’accortezza di provvedere solo per l’ombra e l’acqua, potrai godere appieno delle semplici ma meravigliose sensazioni fatte di quiete, un mare limpido e corroborante, grandi ciottoli su cui camminare invitandoti a scoprire forme particolari.

Livadi è la seconda spiaggia in grandezza dopo Kedros, raggiungibile a piedi (circa un ora  di strada), seguendo la strada per Mersini, oppure in barca. Camminando per il sentiero in discesa, sotto Mersini, si apre in mondo generoso che lascia senza fiato persino il viaggiatore più esigente. Troverai alcuni “alberi del mare” che fanno ombra, ed acqua cristallina dalla sorgente di Mersini, la cui salita per chi vuole cimentarsi, offre vere emozioni paesaggistiche ed una natura incontaminata… . . Subito accanto c’è “Fikio”, spiaggia da due, massimo quattro persone. Semplicemente incantevole.  A Mersini, “Tzi Tzi”, e “La figlia di Michele”, sono due trattorie a vista meravigliosa e buona cucina.

Le spiagge di Kalotaritissa  sono tre, due vicino al paese, e la terza, Tripiti, che dista circa un quarto d’ ora a piedi. Mentre ti trovi sulla parte settentrionale dell’ isola, sotto l’ ombra di Papas  (383m.), il paesaggio diventa più selvatico e l’ acqua diversa. Volendo, la camminata dura un ora e mezza  seguendo la strada che attraversa l’ interno dell’ isola e una volta arrivato, verrai senz’ altro ricompensato dalla bellezza del posto. In alternativa, puoi andarci con la barca. La trattoria di Maria è uno oasi. Qualunque shelta dal menu è cucinata in modo squisito.
Esplorando l’isola a piedi o in barca scoprirai tante altre spiagge. Ci vuole tempo e fatica, è vero, Donussa però è fatta così! Sa tenere i suoi segreti ben nascosti, Ti vuole far ritornare ancora e ancora. Per mostrarti ogni singola volta qualche cosa di nuovo.